Trace: » 2 - Sezione Inventario

2 - Sezione Inventario

Considerazioni generali

Nella sezione inventario potrete consultare l'inventario di tutto ciò che riguarda il parco hardware e software nonchè i materiali di consumo.

Visualizzazione

Avete la possibilità di visulizzare e separare le colonne legate ai materiali o ai software che ritenete più importanti, grazie ad un sistema personalizzabile di viste, oltre alla lista completa degli apparati. E' sufficiente fare clic sulla croce in alto a sinistra della tabella.

Si aprirà una finestra nella quale è possibile decidere quali campi visualizzare nelle 2 visualizzazioni disponibili.

* Modificando la vista globale, tutti i profili si adatteranno alla visualizzazione che configurerete

* Modificando o creado una vista personale, sarete in grado di creare una visualizzazione che resterà solo per il vostro profilo.

Ricerca

E' possibile effettuare complesse ricerche, coninvolgendo nelle interrogazioni la quasi totalità dei campi, oppure utilizzando dei filtri preimpostati.

E' possibile anche effettuare ricerche multicriterio, unendo operatori logici a più richieste. Ogni richiesta è poi memorizzabile dentro un segnalibro, per poter essere richiamata in una fase successiva. Anche i segnalibri sono di 2 tipi. I segnalibri pubblici sono visibili a tutti gli utenti del sistema, mentre i segnalibri privati restano disponibili solamente per i loro creatori.

: Per effettaure una ricerca per data, dovreste utilizzare la sintassi: [anno]-[mese]-[giorno] (AAAA-MM-DD)

Ecco qualche esempio di operatore di ricerca :

  • NULL : permette di fare una ricerca con il campo in questione con valore vuoto o nullo.
  • < o > “numero di mesi” con un campo data : permette di effettuare una ricerca con un intervallo di mesi specificato.(esempio : computer vecchi di 5 anni = >60 con il campo Data d'acquisto).
  • ^123 : permette di cercare 123 all'inizio del campo. Per esempio ^Windows permette di trovare le stringhe “windows 2000” o “Windows XP” ma non “per Windows” o “Microsoft Windows”
  • 123$ : permette di cercare 123 alla fine del campo.

Per questioni di sicurezza l'operatore ”\” non è utilizzabile.

Export

E' possibile esportare direttamente una visualizzazione della tabella dati o il risultato di una vostra ricerca direttamente in formato SLK, in CSV o in formato PDF orizzontale o verticale

La voce “Esporta in” PDF o SLK o CSV : Esporta unicamente il numero di linee definito nella lista poco a destra (che ha voce Mostra xxx elementi). In sostanza esporta solamente gli elementi visualizzati.

La voce “Esporta Tutto in “ PDF o SLK o CSV : Esporta la lista completa degli elementi.

Excel, OpenOffice (Slk), Il formato SLK è leggibile da diversi tipi di spreadsheets. Ma se utilizzate un programma che non rispetta propriamente gli standard (Excel per esempio) i campi potrebbero essere troncati. Vi conviene pertanto utilizzare il formato CSV (Comma Separated Values - Valori separati da virgola) Così scoprirete che per Excel la virgola è un punto e virgola…..

Altro problema noto con Excel è un errore che si verifica con la gestione degli accenti, è disponibile una macro per ovviare al problema su http://thetsmr.fr/utf8.zip

Modifica di massa

Esiste anche un sistema di modifica massiva, che vi consente per x elementi selezionati, ma anche per tutti gli elementi visualizzati, di effettuare delle operazioni in serie (Eliminazione, Modifica, Azioni speciali e così via).

Scheda elemento

Dalla nostra lista è possibile sfogliare e visulizzare la scheda di ogni singolo elemento.

All'interno di ogni scheda elemento, ci sono delle micro-schede (linguette o come diavolo si chiamano) che consentono di ottenere delle visualizzazioni “logiche” di diversa tipologia. E' comunque possibile fare clic sulla linguetta “Tutti”, per vedere in un colpo solo tutto il contenuto delle linguette.

  • La scheda “Principale” fornisce un riepilogo dell'elemento, con le caratteristiche salienti.
  • La scheda “Note” fornisce un campo di testo libero per aggiungere eventuali note.
  • La scheda “Storico” consente di visualizzare tutte le modifiche apportate, quando e da chi.
  • La scheda “OCS-NG” (visualizzabile solo se attivata la modalita' OCS-NG di GLPI) consente di visualizzare e forzare la sincronia tra i campi importati e quelli presenti in OCS-NG.
  • La scheda “Plugins” con un sottomenù dedicato per ogni plugin (se avete aggiunto dei plugin che intervengono su queste funzionalità) consente di visualizzare i dati dei plugin legati a materiali o computer.
  • Le schede precedenti e seguenti permettono di navigare attraverso i vari elementi. E' possibile scorrere attraverso gli elementi per nome o per ID. (Questa caratteristica è configurabile nel menu Configurazione / Generale / Configurazione Visualizzazione).

Per i monitor, le periferiche, il software e i telefoni potete decidere di gestirli in modo unitario o globale. La gestione unitaria corrisponde ad una gestione “classica” (es. un monitor per un computer), mentre nella gestione “globale” il monitor, il software, le perifiche o il telefono divengono un elemento “virtualmente globale” che verrà connesso a più computer. La gestione globale consente di limitare il numero di elementi da gestire nel caso in cui questi elementi non costituiscano una parte fondamentale all'interno della gestione del parco informatico.

E' comunque possibile “rendere non globale” l'elemento in questione. Ovviamente questo verrà duplicato in quantità sufficienti a soddisfare chi era collegato precedentemente come globale.

Gestione di Template e modelli

Per alcuni elementi dell'inventario è possibile definire dei modelli dai quali partire.

Questi modelli consentono di definire delle caratteristiche comuni, in modo da facilitare l'inserimento di nuovi elementi simili.

Esiste anche la possibiltà di utilizzare un sistema di riempimento o incremento automatico, per alcuni campi (marcati con *):

La codifica automatica dei campi nome e matricola di inventario. I campi vengono riempiti automaticamente alla creazione di un nuovo elemento se i campi corrispondenti nel modello contengono delle stringhe in formato: <XXX####X>

  • < e > all'inizio e alla fine definiscono l'inizio del campo automatico
  • X rappresenta un carattere qualsiasi
  • \g : ricerca di un numero fra tutti i campi identici basati sullo stesso formato
  • # : posizione del numero da incrementare (numero di cifre uguale al numero di #)
  • \Y : anno su 4 cifre
  • \y : anno su 2 cifre
  • \m : mese
  • \d : giorno

Gestione dei componenti del computer

Dalla versione di GLPI 0.5, c'è anche la possibilità di gestire i componenti.

E' possibile andare a popolare la lista dei componenti nel menu Configurazione / Componenti.

Per alcuni tipi di componenti è possibile specificare una caratteristica specifica, come ad esempio la capacità di un hard-disk

Gestione delle connessioni dirette

Le connessioni dirette rappresentano la relazione tra l'unità centrale di un computer ed i suoi suoi componenti esterni.

Una connessione diretta potrebbe essere una stampante, un monitor, una periferica o anche un telefono.

Gestione delle porte di rete

Una porta di rete permette di configurare una interfaccia di rete su un dato elemento.

Ogni porta dispone solitamente di un indirizzo ip, un mac-address e di una presa di rete sulla quale è connessa.

Le connessioni di rete possono essere effettuate tra due porte di rete, se e solo se la porta di rete non è già occupata da un altro collegamento.

Nella maggior parte delle configurazioni le connessioni di rete si trovano su pc, stampanti ed alcune periferiche (hub, switch, router, firewall)

Al momento del collegamento tra due apparecchi, le informazioni come l'indirizzo IP e la presa rete sono aggiornate per ciascuno delle due porte interessate.

E' comunque possibile associare una o più VLAN ad un porta.

Gestione del software

Un software, comporta un certo numero di licenze ognuna delle quali può avere un numero di serie associato e una data di scadenza.

L'installazione di un software si effettua all'interno di ogni singola scheda oppure attraverso il pannello delle modifiche di massa.

Ogni volta che un determinato software viene installato, il numero di licenze disponibili per quel software dimunisce.

E' possibile installare un software anche se non è disponibile nessuna licenza, ma verrà creata una licenza marcata come “da acquistare”.

Per quanto riguarda software privi di licenza, è possibile indicare “free” come numero di serie.

E' anche possibile rendere un software globale, con un unico serial-number ed assegnare le licenze per sito. Anche in questo caso vengono conteggiate le installazioni.

E' anche possibile aggiungere più licenze in una sola volta facendo in modo che il numero di serie e la data di scadenza sia la stessa per ciascuna di esse.

Dalla scheda “installazioni” è possibile effettuare operazioni di massa, modificando licenze, scadenze, acquisti e migrazioni.

Quando viene rinominata un licenza multipla (cioè installata su più apparecchi), GLPI creerà una nuova licenza. Se avete 100 installazioni, questa cosa può essere frustrante. Conviene quindi crear un nuova licenza con il nuovo nome e migrare tutte le installazioni su quest'ultima.

E' anche possibile categorizzare i vostri software a secondo che si tratti di un software OEM, un upgrade o un nuovo acquisto.

La gestione contabile del software viene effettuata a livello di licenza.

Gestione dei materiali di consumo e delle cartucce

Per questi due elementi, è necessario creare un tipo di cartuccia o di consumabile.

E' possibile poi aggiungere un numero di elementi per tipo.

Per le cartucce, deve essere definito un tipo di cartuccia come compatibile per alcuni modelli di stampanti poi sarà possibile effettuarne l'installazione.

E' anche possibile indicare la persona che si prende in carico il consumabile.

La gestione contabile è effettuata al livello di singolo elemento e non di tipo.

E' possibile anche configurare un avviso per e-mail quando viene passata una soglia d'allerta ; il tutto è configurabile nel menu Configurazione / Generale.

Gestione dello stato

In questa sezione è possibile verificare lo stato dei materiali/periferiche.

Per cambiare lo stato è sufficiente entrare nella scheda elemento oppure utilizzare la modifica di massa.

Gestione delle informazioni contabili

Su tutti i tipi di elementi, è possibile attivare le informazioni contabili.

E' possibile anche configurare degli avvisi via e-mail sulle scadenze degli elementi (garanzie etc.) nel menu Configurazione / Generale.

GLPI è in grado di computare il valore netto con un ammortamento lineare o degressivo/decrescente. Per effettuare questo calcolo occorre dare un certo numero di informazioni (valore, data d'acquisto o di messa in servizio, durata d'ammortamento, coefficiente d'ammortamento) e aggiungere anche in Configurazione/ Generale la data dell'anno fiscale. Per ulteriori informazioni e nozioni sugli ammortamenti, potete consultare wikipedia qui

La possibilità di visualizzare le informazioni contabili dipende dal profilo dell'utenza che sia possiede.